EMOOC È SPECIALIZZATA IN ARCHITETTURE LMS COMPLETE DI CORSI PER GLI ENTI DI FORMAZIONE

E-LEARNING VS FRONTALE: UNO INTEGRA L’ALTRO
Iniziamo questo articolo elencando i pro e contro dell’apprendimento e-learning e di quello frontale.

Per e-learning si intende l’apprendimento supportato dall’uso di tecnologie multimediali e da Internet. Sfruttando le potenzialità del web, diventa possibile erogare formazione a distanza, che quindi non implica uno spostamento fisico nè del formatore nè dei formati.
La formazione a distanza può essere di due tipologie:
Sincrona: quando il formatore e i formati sono “attori del processo formativo” in contemporanea. L’interazione tra le due parti risulta istantanea. Rientrano in questa categoria i corsi online e i webinar.
Asincrona: quando l’erogazione e la fruizione della formazione risultano dilazionate nel tempo. Esempio classico sono le video-lezioni registrate e i tutorial.

I vantaggi dell’e-learning sono:

• Flessibilità spaziale: con l’e-learning la formazione può avvenire in qualsiasi luogo. Questo è estremamente comodo e riduce le spese a differenza del frontale che richiede una sede fisica ben precisa.
• Flessibilità temporale: l’e-learning riduce a zero i tempi morti di trasferimento, abbiamo più disponibilità oraria per la formazione vera e propria o da dedicare al lavoro;
• Possibilità di intervallare la formazione a seconda delle esigenze senza perdere troppo tempo utile, soprattutto se si tratta di e-learning asincrono;
• Modularità del percorso: sarà possibile spezzare la formazione in più blocchi. Molto proficuo in termini di efficacia dell’apprendimento: lasciando passare una giusta quantità di tempo tra una lezione e l’altra, il soggetto avrà modo di assimilare i concetti appresi e rifletterci.
• La possibilità per il formato di creare un percorso formativo personalizzato: questo principalmente nella formazione asincrona dove si può scegliere quali video seguire in base ai propri obiettivi, cosa non possibile con la formazione frontale.
• La rapidità di recupero delle info: consultare un video risulta indubbiamente più veloce rispetto a un manuale scritto o a lezioni frontali che non possono essere riviste.
• Il potere dell’anonimato: specialmente nei webinar, dove i partecipanti sono identificati spesso solo con un nome, l’interazione in un contesto sociale in forma semi-anonima implica essere più propensi a fare domande e/o osservazioni senza il timore di essere giudicati.
• Con l’e-learning si abbattono i costi: sia di realizzazione del corso (corsi relativi alla sede) sia di acquisto del corso (diminuiscono i costi per la realizzazione del corso e di conseguenza il suo prezzo al pubblico sarà più competitivo).
• L’e-learning è anche green: immaginiamo di fare un corso frontale con 50 partecipanti che si debbano spostare fisicamente con le loro auto o mezzi pubblici, ed ora immaginiamo di fare un corso e-learning dove nessuno di debba spostare fisicamente ma possa seguirlo comodamente da casa…inutile spiegare quale dei due inquinerà di meno!

Gli svantaggi dell’e-learning rispetto alla formazione frontale si riscontrano soprattutto nella modalità asincrona e sono:
• Mancanza di un feedback immediato: i feedback sono essenziali, poichè aiutano sia gli allievi che i formatori ad affrontare i problemi e le incomprensioni relative al corso
• Mancanza di interazione personale: l’interazione personale tra i partecipanti non esiste nel contesto di apprendimento asincrono, e la mancanza di un’atmosfera più “umana” disconnette gli allievi non solo dai loro colleghi, ma anche dalla di formazione online; non sentirsi parte di un ambiente di apprendimento può rendere gli allievi svogliati e fargli vivere il corso di formazione online come un fardello.
• Nessuna collaborazione e attività in tempo reale: l’apprendimento a proprio ritmo comporta anche l’aspettare che altri rispondano, spesso con attese che si protraggono per lunghi periodi di tempo. L’apprendimento asincrono non offre la possibilità di confrontarsi e collaborare in tempo reale.
• Può causare mancanza di motivazione: la mancanza di interazione dal vivo può disimpegnare e demotivare i dipendenti, che potrebbero aver bisogno di incoraggiamenti e stimoli al fine di accedere, leggere il materiale, e completare il corso di formazione online. In realtà, la procrastinazione è più probabile che si verifichi in un ambiente di apprendimento asincrono che in qualsiasi altro ambiente di apprendimento online.
• Richiede autodisciplina: l’apprendimento asincrono richiede concentrazione da parte dei partecipanti, orientati all’obiettivo, e con grandi capacità di gestione del tempo. Il successo in un ambiente di apprendimento asincrono richiede da parte degli studenti di essere fortemente impegnati e disciplinati: questo può essere uno svantaggio enorme per coloro che non sono molto auto-motivati.

Eliminando gli svantaggi dell’e-lerning e della formazione frontale possiamo ottenere un prodotto davvero innovativo e competitivo che sicuramente potrà andare incontro alle esigenze di gran parte degli utenti; ora vi spieghiamo qual è la nostra idea innovativa:

Con il nostro metodo l’utente può scegliere, in prima battuta, di seguire un corso e-learning sincrono o asincrono avendo così la possibilità di abbattere i costi formandosi con i tempi e modi a lui più congeniali.
In un secondo momento potrà chiedere in tutta libertà l’approfondimento con il docente, sia con sessioni individuali sia con sessioni collettive, così da poter avere un confronto diretto per esprimere dubbi e chiedere chiarimenti sugli argomenti.

I nostri affiancamenti ed approfondimenti, soprattutto se di gruppo, permettono non solo il confronto sull’argomento stesso ma anche il confronto con altri corsisti, creando il più delle volte sinergie professionali che possono sfociare in vere e proprie opportunità di lavoro…io stessa no sono un esempio!